Stampa

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
ANDAMENTO  DEGLI  INFORTUNI  SUL  LAVORO
Dati INAIL
MALATTIE PROFESSIONALI IN
AUMENTO NEL 2016 ANCHE PER GLI STRANIERI
 
DENUNCE D'INFORTUNIO PER LAVORATORI STRANIERI PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA
ANNI DI ACCADIMENTO 2012-2016
 
Il 30 ottobre scorso è stato presentato a Roma il Dossier Statistico Immigrazione 2017 a cura del Centro Studi e Ricerche IDOS. Il volume analizza i vari aspetti del fenomeno migratorio in Europa e in particolare in Italia con riferimento alla normativa, al mercato del lavoro, agli aspetti socio-culturali e religiosi.
A causa della situazione politica, sociale ed economica dei vari paesi, l’immigrazione ha assunto, nel corso degli ultimi decenni, una dimensione sempre più crescente.
Da fonte Eurostat, al primo gennaio 2016 il numero di persone nate al di fuori dell'UE-28 e ivi dimoranti era pari a 35 milioni, di cui 8,7 mln in Germania, 5,6 mln nel Regno Unito, 5 mln in Italia e 4,4 mln sia in Francia che in Spagna. In Italia, secondo l’Istat glistranieri rappresentano l’8,3% del totale della popolazione residente (60,6 mln) e la collettività prevalente è quella romena (23% degli immigrati), seguita da quella albanese, marocchina e cinese.

La presenza di lavoratori stranieri è stata di 2,4 milioni nel 2016 con un aumento dell’1,8% rispetto al 2015. L’incremento è dovuto in particolare alla componente
maschile (+1,5%), occupata principalmente nell’industria, agricoltura e commercio.
Il 45% delle donne straniere, invece, è impiegato nei servizi domestici e di cura alle famiglie.

Continua lettura in PDF

Visite: 818