Edilizia

LAVORI IN QUOTA

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

FORMAZIONE OBBLIGATORIA E SPECIFICA DEGLI ADDETTI AL
MONTAGGIO/SMONTAGGIO/TRASFORMAZIONE DEL
PONTEGGIO.
Relativamente all'impiego dei ponteggi sono introdotti sostanzialmente due elementi innovativi:
• la redazione del piano di montaggio, uso e smontaggio del ponteggio(PiMUS), (art. 136)

Chiarimenti concernenti i ponteggi su ruote (trabattelli) ed altre attrezzature per l'esecuzione di lavori temporanei in quota in relazione agli obblighi di redazione del piano di montaggio, uso e smontaggio (Pi.M.U.S.) e di formazione.


 

Ponteggi

 

Per i "trabattelli" –, considerate le modalità di montaggio, uso, trasformazione e smontaggio, sostanzialmente ripetitive per tutti i diversi modelli presenti sul mercato, nonché le semplici configurazioni adottabili, peraltro assai difficilmente modificabili – contrariamente a quanto si riscontra per i ponteggi metallici fissi – , per ciò che concerne la redazione del Pi.M.U.S. si ritiene sufficiente il semplice riferimento alle istruzioni obbligatorie fornite dal fabbricante, eventualmente completate da informazioni (ad esempio sugli appoggi e sugli ancoraggi) relative alla specifica realizzazione.
Per quanto riguarda la formazione degli addetti al montaggio, smontaggio o trasformazione dei trabattelli e per la stessa motivazione di cui sopra, si ritiene che il datore di lavoro debba dare attuazione a quanto già previsto dall'art. 38, comma 1, lettera b) del D.Lgs. n. 626/94, (formazione da parte del datore di lavoro) Sempre a proposito di formazione, si evidenzia che il termine di due anni, di cui ai commi 9 e 10 dell'art. 36-quater del D.Lgs. n. 626/94, entro i quali gli addetti alle attività di montaggio, smontaggio o  trasformazione di ponteggi sono tenuti a partecipare ai corsi di formazione decorre dalla data di  pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del citato Accordo precisando che l'obbligo di partecipazione a tali corsi non si estende ai semplici utilizzatori dei ponteggi.

Registrati per leggere il seguito...

Manuale valutazione Rischi Edilizia

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

 

 

Gli scopi dell’Ente sono lo studio e la risoluzione dei problemi inerenti la prevenzione degli
infortuni, l’igiene e il miglioramento dell’ambiente di lavoro.
Le principali direzioni lungo le quali si articola l’attività del CPT sono:
• sopralluoghi nei cantieri edili;
• formazione e informazione ai lavoratori e alle imprese;
• realizzazione di materiale didattico;
• campagne di prevenzione infortuni;
• consulenza alle imprese;
• ricerche applicate nel campo della sicurezza;
• rilievi fonometrici e accelerometrici.

CADUTE DALL’ALTO

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

LINEA GUIDA

Per la scelta, l’uso e la manutenzione
di dispositivi di protezione individuale contro le

    CADUTE DALL’ALTO


    SISTEMI DI ARRESTO CADUTA

 

Registrati per leggere il seguito...

Sottocategorie

2019  RLS - Cgil Firenze