Sicurezza

  •  Tratto dal Seminario SIRS Bologna 19 Novembre 2012

    Un intervento dal titolo “RLS e la Vigilanza”, a cura di Leonildo Morisi, fa inoltre un sunto dei compiti del RLS, sottolineando le sue funzioni proprie di controllo, promozione e vigilanza.
     
    L’intervento inizia con un excursus storico sulla gestione della sicurezza sul lavoro in Italia, ad esempio con riferimento al fatto che“tra il 1946 e il 1955 gli infortuni sul lavoro in Italia passarono da circa 439.000 casi ad oltre 1.104.455” o alla normativa  approvatanegli anni ’50 cercando di “garantire la sicurezza dei lavoratori ‘ignoranti’ attraverso la sola prevenzione tecnica”. Si ricorda in particolare la funzione assegnata all’Ispettorato del Lavoro di “accertare l’applicazione della normativa sulla sicurezza e fare rapporto al magistrato inquirente”.
  • Sciopero nelle giornate del 1 e 2 marzo 2019.

    AVR


     

    Con una nota, la "Filcams - Cgil" di Firenze proclama Sciopero nelle giornate del 1 e 2 marzo 2019 con le seguenti modalità: dalle ore 20:00 alle ore 22:00 nella giornata del 01.03.2019; dalle ore 04:00 alle ore 06:00 e dalle ore 12:00 alle ore 14:00 nella giornata del 02.03.2019.

    La nostra iniziativa è motivata da: mancata applicazione delle norme di sicurezza concernente la messa in strada dei mezzi aziendali e relative ripercussioni sulla salute e sicurezza dei lavoratori.

    Qualora A.V.R s.p.a. non prendesse in considerazione le questioni relative alla salute e sicurezza dei lavoratori più volte denunciate, saranno definite ulteriori iniziative di mobilitazione.

  • Non sono bastati disastri che hanno evidenziato la precarieta' delle condizioni di sicurezza nelle aziende bengalesi e in particolare nel tessile, settore trainante per l'economia. Insufficienti anche le rassicurazioni e le azioni delle multinazionali dell'abbigliamento e degli accessori che in Bangladesh hanno importanti centri di produzione. Per l'Organizzazione mondiale del lavoro (Ilo) l'80% delle imprese addette alla produzione di abbigliamento per l'esportazione sono carenti per quanto riguarda impianti elettrici e sicurezza antincendio.

  • 1° Maggio 2018 a Prato.

     

    Il tema di quest'anno:
    Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro

    01Maggio2018 -  Prato

  • Convegno

    UN IMPEGNO PER LA CITTA' 

     SICUREZZA LAVORO programma

    Mercoledì 26 settembre 2018

    Firenze Palazzo Vecchio

  • Lavoro, ambiente e sicurezza:queste secondo i consumatori italiani le responsabilità prioritarieper le aziende di oggi. E' quanto emerge da un' indagine GfK che hacoinvolto 27.000 persone di 22 paesi. Ai primi tre posti tra i compitiaziendali più importanti troviamo: offrire buoni posti di lavoro,essere responsabili nei confronti dell' ambiente e proteggere la salutee la sicurezza dei lavoratori.

    La priorità lavorativa è uguale tanto per gli uomini quanto per ledonne, mentre la classifica cambia leggermente a seconda del generedell' intervistato, per quanto attiene agli altri posti sul podio: gliuomini mettono al secondo posto investire in ricerca e tecnologia; ledonne proteggere la salute e la sicurezza dei lavoratori.

  • "Un 2015 con più morti sul lavoro. Un bilancio da non dimenticare per rilanciare il binomio ' ripresa
    economica-sicurezza dei lavoratori": é quanto afferma il presidente dell' Anmil, Franco Bettoni, riprendendo i dati dell'Inail aggiornati al periodo gennaio-novembre. Negli undici mesi del 2015, il numero complessivo degli infortuni sul lavoro risulta in calo di circa 24.000 unità (582.500 dai 606.500 circa dei primi undici mesi 2014, pari al -4%), anche se la flessione, sottolinea l' Anmil, "risulta sensibilmente inferiore rispetto a quelle degli anni precedenti".

  •  

    Aperto il "Tavolo di confronto sulla sicurezza nei luoghi di lavoro" presso il Ministero del Lavoro

    Il Ministro del Lavoro ha aperto lunedì 23 settembre il "Tavolo di confronto salute e sicurezza nei luoghi di lavoro". Semplificazione e interpretazione univoca delle norme, contrasto delle gare al massimo ribasso, aggiornamento del Testo unico sulla salute e sicurezza, banche dati condivise, stanziamenti di risorse, rafforzamento controlli, lotta al Caporalato, formazione mirata e coordinamento incentivi agli investimenti in sicurezza: sono i principali punti sui quali si è trovata intesa.

     

    "Il tema della salute e della sicurezza sul lavoro è un fenomeno che affligge il mondo del lavoro, è un'emergenza che va affrontata insieme e non può prescindere dal confronto con le parti sociali. Per questo motivo siamo seduti attorno a questo Tavolo. Voglio avviare un dialogo costruttivo e arrivare a delle proposte condivise finalizzate all'attuazione e all'aggiornamento del Decreto Legislativo 81, soprattutto a seguito dei gravi e frequenti episodi infortunistici".